Visualizzazione di 1-99 di 106 risultati

Quarzo: pietra preziosa per gioielli unici

Quarzo: nome e origine

Da sempre conosciuto e lavorato dall’uomo, il quarzo prende il nome dalla sua caratteristica durezza. Infatti in slavo medievale, tvurdu – successivamente tradotto e trascritto appunto come “quarzo” – significa proprio duro, e termini con radice analoga sono rintracciabili in tutte le lingue mitteleuropee dell’epoca.

Dopo aver approfondito la tormalina e l’acquamarina, in questa pagina approfondiremo il quarzo come pietra per la gioielleria.

Il quarzo è un materiale estremamente presente nel nostro pianeta: è addirittura il secondo minerale come diffusione, rappresentando ben il 12% della crosta terrestre.

Anche la struttura chimica del quarzo è affascinante: immaginiamo un cuore di silicio intorno al quale si dispongono ordinate connessioni tetraedriche di ossigeno.

È proprio dagli atomi di questi due elementi che deriva infatti la celebre pietra conosciuta da tutti noi. Ed essendo a loro volta quelli più abbondanti nella crosta del pianeta, ecco spiegata la grandissima disponibilità del quarzo stesso.

Un’ulteriore conseguenza di tanta diffusione si traduce nell’esistenza di numerosissime varianti, che si differenziano tra loro sia per origine che per eventuali intrusioni da parte di altri elementi. Per citarne soltanto alcune:

  • quarzo ialino o cristallo di rocca, trasparente
  • quarzo ametista, la classica pietra violetta a causa del manganese presente al suo interno
  • quarzo agata, che presenta artistiche aree concentriche di colori diversi
  • quarzo onice, che alterna tipicamente fasce bianche, nere e rosse
  • quarzo diaspro, che presenta intrusioni di gusci di microrganismi marini

(si veda poi il paragrafo dedicato, per tutte le varietà e le colorazioni di quarzo)

Quarzo: Storia e curiosità

Una curiosità: sapevate che per i greci antichi la parola cristallo (κρύσταλλος, krýstallos) significava ghiaccio?

E proprio con questo nome erano soliti indicare il quarzo: fuorviati da un’ottima conducibilità termica che rende la pietra fredda al tatto e dalla struttura esagonale che ricorda vagamente quella dei fiocchi di neve, lo credevano un tipo di ghiaccio talmente freddo, talmente duro, da aver superato e vinto la possibilità di essere disciolto e di ritornare allo stato liquido.

Sempre per restare in compagnia degli antichi greci, che tanti miti hanno regalato anche alla cultura moderna influenzandola nel profondo, non possiamo non ricordare la storia di Ametista: insidiata da un Dioniso perdutamente invaghito e voglioso (oltre che ubriaco fradicio), fu tramutata in pietra dalla sua signora Diana, dea della caccia ma anche protettrice della castità, più preoccupata di preservare quest’ultima virtù dalle brame del dio del vino più che di salvare la vita alla sua ancella.

A sbornia passata, lo stesso Dioniso si pentì e si commosse al punto da donare alla sfortunata ninfa proprio il colore del suo nettare preferito, oltre alla caratteristica di proteggere dai suoi eccessi. ἀ-μέθυστος significa infatti non-ubriaco.

Non stupisce il fatto che nei tempi successivi, i patrizi della Roma imperiale immergessero un anello di ametista nel vino, per proteggersi dai suoi effetti stordenti. Da lì, il passo è breve: solo i più facoltosi potevano permettersi anelli di ametista, pietra che divenne dunque simbolo di ricchezza e potere, tanto da essere mutuata perfino nell’espressione di autorità della chiesa cattolica, che attualmente la include nel classico corredo vescovile.

Ed anche gli Ebrei hanno una storia da raccontare, riguardo al quarzo. Il «Razionale», ornamento sacro dei loro sacerdoti, è composto da dodici pietre di cui ben sette sono varietà di quarzo: la sardonica, il citrino, il diaspro, la corniola, l’ametista e l’onice.

Spostiamoci infine di svariate migliaia di chilometri e facciamo insieme un viaggio dall’altra parte del mondo o quasi, accompagnando Marco Polo fino in Cina: lo storico mercante e scrittore ci tramanda un’usanza tipica dei notabili cinesi, che si rinfrescavano spesso le mani appoggiandole su sfere di quarzo realizzate a tale scopo. Vi ricordano qualcosa?

Aggiungiamo una lingua oscura e sconosciuta, vesti sontuose e a noi aliene, tratti somatici esotici, ed ecco servito il perfetto mago con la sua sfera di cristallo.

Da non tralasciare poi le diverse proprietà che la tradizione e la cristalloterapia associano al quarzo, anzi, a ciascuna delle sue varietà.

Storie, tradizioni, usanze e miti anche comuni come questi, che si snodano da un capo all’altro dello spazio e del tempo, ci dimostrano quanto diffuso, radicato, conosciuto, oltre che utilizzato ed apprezzato sia da sempre il quarzo.

Quarzo proprietà fisiche

Il quarzo è un minerale chimicamente molto stabile, al punto da non poter essere intaccato da alcun tipo di acido, fatto salvo quello fluoridrico.

  • durezza elevata
  • resistenza meccanica e al calore anch’esse molto elevate
  • piezoelettricità e piroelettricità
  • elevata trasmissibilità nel visibile e nell’ultravioletto ed è per questa ragione utilizzato nella realizzazione di parti ottiche ad uso scientifico
  • Trasparenza

Quarzo: Varietà e colori

Una lista (che non vuole essere esaustiva) per raccogliere le principali varietà di quarzo conosciute:

  • Affumicato
  • Agata
  • Agata Muschiata
  • Ametista
  • Ametrino
  • Avventurina
  • Cacoxenite
  • Calcedonio
  • Citrino
  • Citrino-Madera
  • Corniola
  • Corniola-Agata
  • Crisoprasio
  • Cristallo Di Rocca O Quarzo Ialino
  • Cromo-Calcedonio
  • Dendritico
  • Diaspro
  • Eliotropio
  • Ematoide
  • Enidro
  • Fumè
  • Latteo
  • Lemuriano
  • Mirtillo
  • Mistico
  • Morione
  • Occhio Di Bue
  • Occhio Di Falco
  • Occhio Di Gatto
  • Occhio Di Tigre
  • Onice
  • Opalino
  • Prasiolite
  • Prince
  • Rutilato
  • Sarda
  • Sardonice
  • Scioccato (“Shocked Quartz”)
  • Tormalinato

Il quarzo si presenta anche in molteplici colorazioni, ciascuna legata ad una delle varietà sopra elencate.

La diversa tonalità deriva, come spesso accade nelle pietre dure, dalla presenza di inclusioni più o meno accentuate di minerali diversi.

Per esempio, la versione più opaca di rosa è determinata dalla dumortierte, quella più trasparente da alluminio e fosforo, mentre la classica e celebre ametista deve la sua tonalità violacea al ferro presente al suo interno.

Ecco di seguito i colori in cui si presenta il quarzo.

Lavorazioni e pietre di sintesi del Quarzo

In natura, il quarzo è il prodotto di un’evaporazione: l’acqua calda scioglie le sostanze che lo compongono, le quali cristallizzano quando questa evapora. Ecco perché lo si definisce un minerale di origine idrotermale.

Si utilizza però questo termine impropriamente anche per indicare anche il quarzo non naturale, perché un procedimento del tutto analogo, sebbene artificiale, viene utilizzato per la creazione di pietre di sintesi.

Inoltre va ricordato che non tutte le varietà di quarzo sono presenti in natura, ma vengono spesso trattate con il calore o con altri procedimenti chimico-fisici per ottenere colori e conformazioni diverse.

Un esempio su tutti: essendo il quarzo naturale per lo più geminato, quindi – diciamo così – agglomerato in diversi cristalli uniti tra loro, l’industria tende ad utilizzare quarzo sintetico, di più semplice lavorazione.

Come sempre ricordiamo, AMetis sceglie con passione e dedizione unicamente pietre naturali.

Non solo: tra queste, sono soltanto le più belle o quelle che ci parlano direttamente, emozionandoci e raccontandoci una storia particolare, a finire nel nostro negozio e ad essere impiegate nella creazione dei gioielli che vi proponiamo. Perché crediamo che anche le pietre abbiano un cuore e cerchiamo di ascoltare ciò che hanno da dirci.

Gioielli in Quarzo

Il quarzo è un minerale che offre mille diverse possibilità e combinazioni: presentandosi in una gamma di varianti, colori e opacità decisamente ampia, permette di realizzare gioielli di diverse tipologie, soddisfando gusti e desideri anche molto distanti tra loro.

AMetis è specializzata nella creazione di orecchini, collane, bracciali, spille in quarzo: una proposta elegante e facile da portare, declinata secondo tante possibilità.

Il nostro shop online ed il negozio sono a disposizione dei clienti per la scelta del gioiello più adatto a ciascuno o per lo studio di soluzioni su misura, a partire dalla vostra pietra preferita.